Protesi

PROTESI MOBILE              

   

mobile

 

È stata fino a quasi la fine del secolo scorso l’unica terapia possibile nei casi di edentulia o perdita degli elementi dentari. Attualmente, dopo l’avvento della terapia implanto-protesica, viene indicata solo per i pazienti defedati o molto in là con l’età.

Innumerevoli sono gli svantaggi dell’utilizzo di una protesi mobile, sia essa parziale o totale, specialmente la perdita graduale dell’osso alveolare per assenza di un carico masticatorio e funzionale sull’osso. Questo riassorbimento costante provoca una mancanza di stabilità che si aggrava nel tempo, con relativo discomfort, per il motivo scritto in precedenza e la necessità di affrontare relative spese periodiche per rifacimenti- paste adesive- ribasature. Vanno segnalati inoltre una certa alterazione dei sapori e del gusto associati ad un adattamento forzato della fonazione.

mobile deflexNonostante il superamento di questa opzione terapeutica, nuovi materiali sono comparsi sul mercato per cercare di compensare gli svantaggi che esso comporta. Tra questi ricordiamo il DEFLEX o le protesi in nylon (Valplast®) che permettono la realizzazione di una base elastica che meglio si adatta alla conformazione dell’arcata residua e della gengiva.

 

 

 

 

 

 

PROTESI FISSA

Protesi fissa su denti naturali

 

corona

La protesi fissa offre benefici sia dal punto di vista funzionale che estetico e può essere considerata come una “restitutio ad integrum” della dentizione naturale del paziente. C’è una significativa riduzione della massa rispetto ad una protesi mobile, per cui in bocca risulta più confortevole e siccome non ha appoggio mucoso il paziente può masticare con più forza ed avere una dieta normale e variegata. La corona protesica assume quindi la funzione di “ricoprire” un dente danneggiato, nel quale almeno la radice è conservata, rafforzandone la struttura e proteggendolo nel tempo. Sono diversi i motivi per cui si ricorre alle protesi dentarie fisse e solitamente sono legati a: carie profonde ed estese che non possono essere risanate attraverso una semplice ricostruzione in composito, infezioni della polpa dentale e frattura parziale del dente. I vantaggi derivano dal fatto che è possibile ottenere una protezione dei denti compromessi che altrimenti andrebbero estratti, un miglioramento estetico e funzionale dei denti predicibile, perchè viene valutata e programmata insieme alla figura dell’odontotecnico la modellazione anatomica, i punti di contatto, il corretto ingranaggio nell’occlusione e le sfumature di colore adatte per renderlo “camaleontico” e naturale rispetto agli altri denti.

 

I progressi tecnologici e l’utilizzo di materiali innovativi in ambito odontoiatrico hanno portato alla creazione di protesi dentali con materiali estetici e biocompatibili come la zirconia e il disilicato di litio oltre ai classici materiali e leghe diffuse come la ceramica integrale o la metallo-ceramica. La scelta viene effettuata insieme alle esigenze del paziente e al caso clinico da trattare. Questi nuovi materiali garantiscono una alta predicibilità e compatibilità estetica; permettono al paziente  di evitare i fastidiosi fenomeni di correnti galvaniche e alterazioni dei sapori provocati dai manufatti aventi leghe metalliche.

 

 

Protesi fissa – protesi a ponte su due denti: premolare recuperato dopo devitalizzazione e realizzazione di un pernomoncone fuso

Protesi fissa – protesi a ponte su due denti: premolare recuperato dopo devitalizzazione e realizzazione di un pernomoncone fuso

 

 

RECUPERO DENTE FRATTURATO - terapia canalare, perno moncone diretto in composito e con perno in fibra di vetro, preparazione protesica a chamfer e capsula

RECUPERO ELEMENTO DENTALE FRATTURATO – terapia canalare, perno moncone diretto in composito e con perno in fibra di vetro, preparazione protesica a chamfer e capsula

 

 

 

Protesi fissa su impianti

 

Caso implantare finalizzato con una capsula in zirconio, con totale assenza di leghe metalliche nella struttura, alta compatibilità biologica ed estetica

 

 

 

Faccette dentali

Una volta si immaginava come un trattamento esclusivo delle star di Hollywood, le faccette dentali sono diventate sempre più delle procedure dentali protesiche e cosmetiche popolari per trasformare un sorriso in un breve lasso di tempo.

Una faccetta è un sottile guscio di materiale che riprende il colore specifico del singolo paziente, che copre la superficie anteriore di un dente. Le faccette possono essere realizzate in una vasta gamma di materiali diversi che vanno dal faccette in porcellana ai più recenti materiali sintetici già descritti nel precedente paragrafo, come la zirconia o disilicato di litio, in grado di fornire varie combinazioni di grande estetica  e durata nel tempo.

 

 

Le faccette possono essere utilizzate per una serie di situazioni cliniche diverse tra cui:

Discoloramento dei denti
(Ortodonzia istantanea) Dare ai denti storti un aspetto più dritto
Migliorare l’aspetto dei denti poco erotti
Denti che presentano delle white spot
Denti scheggiati e danneggiati

 

 

← Torna alla pagina “Attività clinica”