Cefalea

L’otorino è spesso coinvolto nella diagnosi della cefalea, in quanto a volte conseguenza di sofferenza flogistica cronica delle prime vie respiratorie naso-sinusali.

L’affezione deve rispondere a precise note evolutive temporali e a criteri clinici di corrispondenza anatomica. Per questo si avvale oltre che dell’esame fibrolaringoscopico anche di esami TAC mirati ad alta risoluzione. La chirurgia specifica è quella endoscopica (F.E.S.S.- Functional endoscopic sinus surgery) che può essere molto parcellare. Basti pensare che una piccola cavità etmoidale, suborbitaria, frontale o sfenoidale può sviluppare un dolore cronico. In tali casi  è sufficiente aprirle e drenarle. Si tratta comunque di microchirurgia che ncessita di un supporto tecnico sufficiente e di un bagaglio d’esperienza tale da garantire una sicurezza operativa. I siti anatomici circostanti sono importanti e vitali: occhi, nervo ottico, cervello, arteria carotide e siti olfattivi.

← Torna alla pagina “Attività clinica”