Implantologia

  • 1 or
  • Terapie all'interno dello studio.

Descrizione del servizio

La chirurgia implantare ha assunto un ruolo fondamentale negli ultimi decenni grazie alla capacità e all’obiettivo di restituire al paziente una dentatura fissa e pemanente. Le nuove metodologie messe a disposizione negli ultimi anni permettono di inserire gli impianti in situazioni difficili, dove l’osso presente non è abbondante, e di programmare riabilitazioni protesiche estese in soggetti edentuli. Tutto ciò rispettando l’estetica e la funzione. Lo studio computerizzato tridimensionale ,tramite TAC o Cone Beam, e la realizzazione di dime chirurgiche guidano precisamente l’inserzione degli impianti. Fondamento dell’implantologia è quello di mantenere e conservare l’osso alveolare tramite la presenza di un carico masticatorio funzionale diretto verso il tessuto osseo che induce un fisiologico rimodellamento e allontana il rischio di riassorbimenti ossei tipici nei portatori di protesi mobile. Tutto questo permette di ottenere protesi con una estetica e funzione ottimale, senza bisogno di ribasature, mantenendo l’efficacia masticatoria e un tono muscolare del viso fisiologico. Ciò permette al paziente un recupero della sicurezza psicologica e funzionale sia nella masticazione che nei rapporti interpersonali e a lungo andare un risparmio economico senza dover sostituire le protesi nel tempo, proprio come fossero denti naturali! Gli impianti scelti per operare, sono continuamente aggiornati con le nuove proposte delle aziende specialistiche nel settore, affinchè i risultati nello studio siano sempre i più alti ed efficaci possibili. Lo studio si avvale degli impianti Osstem e Sweden Martina. TORONTO BRIDGE Il Toronto Bridge è la riabilitazione fissa di un’arcata dentale completa quando hai perso più denti nel corso degli anni. Il termine, letteralmente ponte Toronto, indica una riabilitazione fissa di un’arcata completa su 4 o 6 impianti, in cui la componente ossea e gengivale perduta, a causa della mancanza per lungo tempo dei denti, viene compensata a livello protesico con una componente artificiale. Cosa vuol dire? Vuol dire che quando si realizza un Toronto Bridge i denti poi saranno fissi, ma, oltre ai denti, il paziente percepirà nella sua bocca una porzione di gengiva artificiale realizzata in resina o ceramica. A livello estetico non cambierà nulla, perché da fuori si vedranno solamente i denti, e se per caso la gengiva si dovesse intravedere avrà assolutamente l’aspetto di una gengiva vera e un ottimo sostegno delle labbra.

Dettagli di contatto

sitowebdecarlo@gmail.com